Consumi Aston Martin Cygnet 1.3

E’ difficile, forse impossibile, non subire il fascino di una Aston Martin, un marchio, al pari della Jaguar e della Rolls Royce capace di evocare la grandeur del grande impero, ormai ex, britannico.

Se pure l’impero non c’è più è rimasto il blasone e la forza evocativa dei nomi.
Non credete che davanti al marchio Aston Martin ci starebbe bene il termine Royal? Io credo di sì.

Con la Cygnet, l’Aston Martin sta cercando di aggredire il segmento delle utilitarie sportive per non dire delle city car. Il prezzo, lo diciamo subito è tutt’altro che da city car, anzi è decisamente royal.

Ma, more solito, andiamo un po’ vedere più nel dettaglio alcune specifiche della Aston Martin Cygnet 1.3 per vedere se, i consumi, almeno quelli, sono popolari.





Scheda tecnica Motore/Consumi

Marca: Aston Martin
Versione: Aston Martin Cygnet 1.3
Alimentazione: benzina
Cilindrata: 1329 cm3
Capacità serbatoio: 32 l
Cavalli: 72 kW (98 CV)
Trazione: anteriore
Classe Euro: Euro5
Emissioni CO2: 113 g/Km
Consumo Urbano: 5,8 l/100 Km
Consumo Extra Urbano: 4,4 l/100 Km
Consumo Misto: 4,9 l/100 Km

 

Consumi buoni, come si può ben vedere.
Dal momento che trattasi di un modello non molto diffuso ci rivolgiamo al popolo della Rete per avere delle notizie di prima mano, cerchiamo, insomma, delle notizie preziose e fresche sulle qualità, e sui difetti, della Aston Martin Cygnet 1.3.
Aspettiamo fiduciosi le tue impressioni.

 


Lascia un Commento

Assicurazioni Auto e Consumi
I consumi per le auto non sono l'unica spesa da sostenere; come tutti ben sappiamo c'è la manutenzione, i tagliandi, e le spese accessorie di un'auto. Aumentano, purtroppo, le spese impreviste relative a multe e a tasse relative a pedaggi e parcheggi, ma la spesa maggiore in Italia è dovuta all'assicurazione. Come è possibile leggere su Assicurazioni auto aumentano il numero di auto che viaggiano senza assicurazione e aumentano le disparità tra le province, creando anche degli assurdi, come ad esempio province con meno incidenti e prezzi bloccati dal passato quando gli incidenti erano tanti. Noi di Consumi auto ci auguriamo che questa situazione veda una soluzione più sostenibile per il popolo italiano.