Consumi Aston Martin DBS Coupè

Consumi Aston Martin DBS CoupèL’automobile di cui oggi analizziamo i consumi è l’Aston Martin DBS Coupè, una lussuosa autovettura coupé a due porte e due posti per i passeggeri. All’interno è interamente rivestita in pelle, con sedili riscaldabili e regolabili, impianto audio 6CD, connessione telefonica Bluetooth e tanti altri fantastici accessori di serie.

Ha un design elegante e curato nei dettagli, con cerchi in lega e fari stile Xeno che la rendono ancor più piacevole nell’aspetto. E’ dotata di un motore veramente sorprendente a 12 cilindri a V con una cilindrata di 5935 cm3, per una potenza totale di 517 CV.

Soltanto chi ha avuto o avrà la fortuna di guidare la DBS coupè può capire cosa significare “volare”! Ebbene sì, cari amici lettori, perchè quest’automobile è in grado di raggiungere 307 km/h con un’accellerazione da 0 a 100 km in solo 4,3 secondi. Provare per credere!

Passiamo alla scheda tecnica per ulteriori dettagli e soprattutto per dare un’occhiata ai consumi della Aston Martin DBS Coupè.





Scheda tecnica Motore/Consumi

Marca: Aston Martin
Versione: DBS Coupè
Alimentazione: benzina
Cilindrata: 5935 cm3
Capacità serbatoio: 78 litri
Cavalli: 373 kW (507 CV)
Trazione: posteriore
Classe Euro: Euro5
Emissioni CO2: 388 g/Km
Consumo Urbano: 24,3 l/100 Km
Consumo Extra Urbano: 11,7 l/100 Km
Consumo Misto: 16,4 l/100 Km

I dati della scheda tecnica sono quelli dichiarati dall’Aston Martin, ma come ben sappiamo, sia i consumi che le emissioni potrebbero variare in base al nostro modo di guidare.

Se volessimo attenerci a quanto riportato dalla casa automobilistica, potremmo dire che i consumi non sono ottimi, anzi sono un tantino elevati, così come le emissioni. Una cosa quasi scontata per una vettura con questa potenza!

Ma, a questo punto, chiediamo a voi che possedete questa auto: “Quanto consuma l’Aston Martin DBS Coupè?”


Lascia un Commento

Assicurazioni Auto e Consumi
I consumi per le auto non sono l'unica spesa da sostenere; come tutti ben sappiamo c'è la manutenzione, i tagliandi, e le spese accessorie di un'auto. Aumentano, purtroppo, le spese impreviste relative a multe e a tasse relative a pedaggi e parcheggi, ma la spesa maggiore in Italia è dovuta all'assicurazione. Come è possibile leggere su Assicurazioni auto aumentano il numero di auto che viaggiano senza assicurazione e aumentano le disparità tra le province, creando anche degli assurdi, come ad esempio province con meno incidenti e prezzi bloccati dal passato quando gli incidenti erano tanti. Noi di Consumi auto ci auguriamo che questa situazione veda una soluzione più sostenibile per il popolo italiano.