Consumi Aston Martin – V8 Vantage Roadster

Consumi Aston Martin - V8 Vantage RoadsterQuesta volta, cari amici, parliamo di una delle macchine più desiderate dal genere maschile, ed in particolare dei consumi della Aston Martin – V8 Vantage Roadster. Una spider-coupè sportiva prodotta per la prima volta nel 2006 dalla casa automobilistica Aston Martin, ma riprodotta negli anni successivi in diverse e sempre più intriganti versioni.

Bella, sportiva, veloce e oggetto di desiderio di innumerevoli uomini, l’Aston Martin – V8 Vantage Roadster ha un motore di 8 cilindri a V (60°), una cilindrata di 4735 cm3 e, pensate, una potenza massima di 426 CV!

A bordo di questa spider vi sembrerà di volare!

Raggiunge una potenza massima di 290 km/h in meno di cinque secondi… incredibile, ma vero! Possiede una capote reclinabile elettricamente, cerchi in lega da 20″ e fari anteriori stile Xeno. All’interno, invece, ci sono dei sedili in pelle nera o marrone, si può usufruire del computer di bordo, collegamento integrato per i-Pod Apple e USB con compatibilità WAF /WMA/MP3.

Vi accenno che è un’automobile alimentata a benzina, ma per i consumi della Aston Martin – V8 Vantage Roadster e la parte tecnica relativa al motore, vi invito a dare un’occhiata alla scheda seguente.





Scheda tecnica Motore/Consumi

Marca: Aston Martin
Versione: V8 Vantage Roadster
Alimentazione: benzina
Cilindrata: 4735 cm3
Capacità serbatoio: 80 litri
Cavalli: 313 kW (426 CV)
Trazione: posteriore
Classe Euro: Euro 5
Emissioni CO2: 328 g/Km
Consumo Urbano: 19,9 l/100 Km
Consumo Extra Urbano: 10,4 l/100 Km
Consumo Misto: 13,9 l/100 Km

Delusi dai consumi? Beh si, in realtà i consumi non sono proprio buonissimi, altrettanto vale per le emissioni.

Questi sono i dati ufficiali confermati dalla casa madre, ma noi di consumiauto.com aspettiamo i vostri feedback in base alla vostra esperienza con l’Aston Martin – V8 Vantage Roadster. In particolare vorremmo chiedere a tutti i possessori di questa stupenda vettura: “Quanto consuma l’Aston Martin – V8 Vantage Roadster?”

Cosa aspettate? Dite la vostra attraverso un commento.


Lascia un Commento

Assicurazioni Auto e Consumi
I consumi per le auto non sono l'unica spesa da sostenere; come tutti ben sappiamo c'è la manutenzione, i tagliandi, e le spese accessorie di un'auto. Aumentano, purtroppo, le spese impreviste relative a multe e a tasse relative a pedaggi e parcheggi, ma la spesa maggiore in Italia è dovuta all'assicurazione. Come è possibile leggere su Assicurazioni auto aumentano il numero di auto che viaggiano senza assicurazione e aumentano le disparità tra le province, creando anche degli assurdi, come ad esempio province con meno incidenti e prezzi bloccati dal passato quando gli incidenti erano tanti. Noi di Consumi auto ci auguriamo che questa situazione veda una soluzione più sostenibile per il popolo italiano.