Consumi Audi A1 1.2 TFSI Attraction

L’Audi A1 1.2 TFSI Attraction può essere considerata la “piccolina” di casa Audi, ma è una piccolina terribile perchè la A1 1.2 TFSI Attraction è scattante e pronta come non mai.

Dopo l’A3 e l’A2 la casa tedesca ha deciso di compiere un ulteriore salto indietro cercando in tal modo di allargare, comunque con un prodotto di assoluta qualità, stiamo sempre parlando di una Audi, la base della clientela.

L’A1 1.2 TFSI Attraction strizza l’occhio ai giovanissimi, ai neopatentati che comunque vogliono una vettura bella e sportiva, ma con una cilindrata ridotta.

 

Se l’identikit è questo, la risposta è l’A1 1.2 TFSI Attraction, una creatura solida e scattante, un’auto capace di offrire tante emozioni.
Ma il blog n0n si chiama consumiauto.com a caso, si chiama così perchè intendiamo dare, con l’aiuto dei commenti degli internauti, un maggiore risalto ai consumi delle auto.
Ed allora com’è nostro costume andiamo a dare una occhiata ai consumi dell’Audi A1 1.2 TFSI Attraction dando una rapida occhiata alla scheda tecnica.

 

Scheda tecnica Motore/Consumi

Marca: Audi
Versione: Audi A1 1.2 TFSI Attraction
Alimentazione: benzina (sovralimentato)
Cilindrata: 1197 cm3
Capacità serbatoio:  45 l
Cavalli: 63 kW (86 CV)
Trazione: anteriore
Classe Euro: Euro5
Emissioni CO2: 118 g/Km
Consumo Urbano: 6,2 l/100 Km
Consumo Extra Urbano: 4,4 l/100 Km
Consumo Misto: 5,1 l/100 Km

 

Questi i dati ufficiali. Ossia quelli forniti dalla casa madre, per un vero e proprio riscontro non possiamo che aspettare i feedback che ci forniranno gli internauti che hanno posseduto, possiedono e hanno guidato una Audi A1 1.2 TFSI Attraction. I consumi, considerando auto di uguale cilindrata, sono ottimi, ma attendiamo, come al solito, il riscontro di chi una vettura del genere la possiede, l’ha posseduta o l’ha guidata. Forza amici di consumiauto.com , dite la vostra!


Lascia un Commento

Assicurazioni Auto e Consumi
I consumi per le auto non sono l'unica spesa da sostenere; come tutti ben sappiamo c'è la manutenzione, i tagliandi, e le spese accessorie di un'auto. Aumentano, purtroppo, le spese impreviste relative a multe e a tasse relative a pedaggi e parcheggi, ma la spesa maggiore in Italia è dovuta all'assicurazione. Come è possibile leggere su Assicurazioni auto aumentano il numero di auto che viaggiano senza assicurazione e aumentano le disparità tra le province, creando anche degli assurdi, come ad esempio province con meno incidenti e prezzi bloccati dal passato quando gli incidenti erano tanti. Noi di Consumi auto ci auguriamo che questa situazione veda una soluzione più sostenibile per il popolo italiano.