Consumi Audi A8 4.2 V8 FSI quattro Tiptronic

Consumi Audi A8 4.2 V8 FSI quattro TiptronicQuesta volta ci soffermiamo sulle caratteristiche e sui consumi dell’entusiasmante Audi A8 4.2 V8 FSI quattro Tiptronic, una berlina a cinque porte e cinque posti per i passeggeri. Una vettura alimentata a benzina, con cambio automatico a controllo elettronico e possibile utilizzo manuale sequenziale a 8 rapporti.

A bordo di una macchina dal design così elegante e curato, non passerete di certo inosservati!

Per questa versione di Audi A8 sono stati scelti dei colori molto particolari e nuovi. Oltre al design degno di nota, quest’autovettura nasconde un motore davvero potente a 8 cilindri a V, una cilindrata di 4163 cm3, per una potenza totale di 372 CV. Raggiunge la velocità massima di 250 km/h passando da 0 a 100 km/h in solo 5,7 secondi, per cui… allacciate le cinture di sicurezza!

Tutto ciò, però, avrà sicuramente delle notevoli conseguenze sui consumi della Audi A8 4.2 V8 FSI quattro Tiptronic. Andiamo a vederli nel particolare.

Scheda tecnica Motore/Consumi

Marca: Audi
Versione: A8 4.2 V8 FSI quattro Tiptronic
Alimentazione: benzina
Cilindrata: 4163 cm3
Capacità serbatoio: 90 litri
Cavalli: 273 kW (372 CV)
Trazione: integrale permanente
Classe Euro: Euro5
Emissioni CO2: 219 g/Km
Consumo Urbano: 13,3 l/100 Km
Consumo Extra Urbano: 7,2 l/100 Km
Consumo Misto: 9,5 l/100 Km

E’ evidente che i consumi non sono proprio bassi, ma nemmeno poi tanto alti; altrettanto vale per le emissioni.

Naturalmente, è bene ricordare che i consumi e le emissioni possono variare in base allo stile di guida, non è detto che i dati sopra riportati siano quelli “veri per tutti”.

Per saperne di più chiediamo a tutti coloro che hanno avuto un’esperienza di guida con questa auto: “Quanto consuma l’Audi A8 4.2 V8 FSI quattro tiptronic?”


Lascia un Commento

Assicurazioni Auto e Consumi
I consumi per le auto non sono l'unica spesa da sostenere; come tutti ben sappiamo c'è la manutenzione, i tagliandi, e le spese accessorie di un'auto. Aumentano, purtroppo, le spese impreviste relative a multe e a tasse relative a pedaggi e parcheggi, ma la spesa maggiore in Italia è dovuta all'assicurazione. Come è possibile leggere su Assicurazioni auto aumentano il numero di auto che viaggiano senza assicurazione e aumentano le disparità tra le province, creando anche degli assurdi, come ad esempio province con meno incidenti e prezzi bloccati dal passato quando gli incidenti erano tanti. Noi di Consumi auto ci auguriamo che questa situazione veda una soluzione più sostenibile per il popolo italiano.