Consumi Audi R8 Spyder 4.2 V8 quattro

Consumi Audi R8 Spyder 4.2 V8 quattro Oggi, carissimi amici lettori, parliamo dei consumi dell’Audi R8 Spyder 4.2 V8 quattro, un auto oggetto del desiderio di moltissime persone al mondo. L’Audi R8 Spyder 4.2 V8 quattro è una cabrio-spider, versione sportiva e senza tetto dell’Audi R8 Spyder, a tre porte e due posti con sedili e volante multifunzione sportivo rivestito in pelle Alcantara.

Non sarà sicuramente un problema intraprendere un viaggio durante una giornata afosa, in quanto questa macchina è dotata di una capote in tessuto reclinabile in qualsiasi momento, poichè azionata elettricamente.

Le sue curve non fanno altre che risaltare il design del tutto originale e curato fin nei minimi dettagli.

L’Audi R8 Spyder 4.2 V8 quattro ha un motore a 8 cilindri a V con una cilindrata di 4163 cm3, per una potenza totale di 430 CV, in grado di far raggiungere alla vettura una velocità di 300 km/h, con un’accelerazione da 0 a 100 km in meno di cinque secondi.

Queste magnifiche prestazioni che consumi comportano? Scopriamolo attraverso la scheda tecnica.





Scheda tecnica Motore/Consumi

Marca: Audi
Versione: R8 Spyder 4.2 V8 quattro
Alimentazione: benzina
Cilindrata: 4395 cm3
Capacità serbatoio: 70 litri
Cavalli: 373 kW (507 CV)
Trazione: posteriore
Classe Euro: Euro5
Emissioni CO2: 255 g/Km
Consumo Urbano: 15,9 l/100 Km
Consumo Extra Urbano: 8,0 l/100 Km
Consumo Misto: 10,9 l/100 Km

Ecco i vari dati relativi all’Audi R8 Spyder 4.2 V8 quattro. Premesso che sia i consumi che le emissioni possono variare da “piede a piede”, è da dire che, volendoci attenere ai dati della scheda tecnica, i consumi non sono proprio dei migliori, nè tanto meno le emissioni.

Come è nostro solito fare, ai dati ufficiali affianchiamo l’esperienza diretta di chi ha avuto la fortuna di guidare questa vettura, dunque: “Quanto consuma l’Audi R8 Spyder 4.2 V8 quattro?”

Dite la vostra!


Lascia un Commento

Assicurazioni Auto e Consumi
I consumi per le auto non sono l'unica spesa da sostenere; come tutti ben sappiamo c'è la manutenzione, i tagliandi, e le spese accessorie di un'auto. Aumentano, purtroppo, le spese impreviste relative a multe e a tasse relative a pedaggi e parcheggi, ma la spesa maggiore in Italia è dovuta all'assicurazione. Come è possibile leggere su Assicurazioni auto aumentano il numero di auto che viaggiano senza assicurazione e aumentano le disparità tra le province, creando anche degli assurdi, come ad esempio province con meno incidenti e prezzi bloccati dal passato quando gli incidenti erano tanti. Noi di Consumi auto ci auguriamo che questa situazione veda una soluzione più sostenibile per il popolo italiano.