Consumi Audi TT Coupé 1.8 TFSI

Consumi Audi TT Coupé 1.8 TFSIQuesta volta tocca ad una delle automobili più vendute ed ambite del marchio Audi negli ultimi anni, la TT Coupé 1.8 TFSI, una coupè a tre porte e quattro posti. Come sempre, l’Audi non delude: per la TT Coupè 1.8 TFSI punta su un design molto particolare e dettagliato, una forma strabiliante, ma soprattutto sa’ dare un tocco magico alla vettura per renderla straordinariamente bella.

Anche per quanto riguarda gli interni sono stati scelti degli accessori di serie nuovi, come il volante sportivo in pelle, un computer di viaggio, sedili confortevoli e servosterzo. Ma non è tutto! Non abbiamo ancora parlato della parte che ci interessa in particolare: il motore.

L’Audi TT Coupé 1.8 TFSI ha un motore a quattro cilindri in linea, con una cilindrata di 1798 cm3 per un potenza totale di 160 CV, può raggiungere una velocità massima 226 km/h in 7,2 secondi.

Non vi svelo niente riguardo ai consumi della Audi TT Coupé 1.8 TFSI, anzi non mi va’ di tenervi sulle spine ancora a lungo, per cui… osserviamo la scheda tecnica!

Scheda tecnica Motore/Consumi

Marca: Audi
Versione: TT Coupé 1.8 TFSI
Alimentazione: benzina (sovralimentato)
Cilindrata: 1798 cm3
Capacità serbatoio: 55 litri
Cavalli: 118 kW (160 CV)
Trazione: anteriore
Classe Euro: Euro5
Emissioni CO2: 149 g/Km
Consumo Urbano: 8,5 l/100 Km
Consumo Extra Urbano: 5,2 l/100 Km
Consumo Misto: 6,4 l/100 Km

Soddisfatti o delusi? A mio parere, per un auto del genere, i consumi indicati nella scheda tecnica sono veramente ottimi. Lo stesso vale per le emissioni. Tenendo presente che l’Audi TT Coupé 1.8 TFSI è alimentata a benzina e le sorprendenti prestazioni di cui possiamo godere, questi consumi sono più che accettabili.

Per scoprire se i dati della scheda tecnica, però, sono effettivamente giusti, non ci resta che chiedervi:

“Quanto consuma l’Audi TT Coupé 1.8 TFSI?”


Lascia un Commento

Assicurazioni Auto e Consumi
I consumi per le auto non sono l'unica spesa da sostenere; come tutti ben sappiamo c'è la manutenzione, i tagliandi, e le spese accessorie di un'auto. Aumentano, purtroppo, le spese impreviste relative a multe e a tasse relative a pedaggi e parcheggi, ma la spesa maggiore in Italia è dovuta all'assicurazione. Come è possibile leggere su Assicurazioni auto aumentano il numero di auto che viaggiano senza assicurazione e aumentano le disparità tra le province, creando anche degli assurdi, come ad esempio province con meno incidenti e prezzi bloccati dal passato quando gli incidenti erano tanti. Noi di Consumi auto ci auguriamo che questa situazione veda una soluzione più sostenibile per il popolo italiano.