Consumi Bentley Mulsanne

Può sembrare strano, per certi versi lo è, che un blog dall’altisonante nome di consumiauto.com vada ad occuparsi e ad investigare i consumi di una vettura come la Bentley Mulsanne che ha tanti pregi, ma sicuramente non quelli legati all’economicità nel prezzo e nei consumi.

Ed allora l’esempio della Bentley Mulsanne può essere letto come un esempio al contrario.
In tal caso allora i consumi della Bentley Mulsanne possono essere letti come un monito, qualcosa del tipo: “Ecco quanto non deve consumare una auto”.
Già perchè la Bentley Mulsanne costa tantissimo e beve troppo.

Del resto, come ben si evince dalla foto, trattasi di una creazione non per tutti bensì destinata ad una esigua fetta della popolazione: quella con molti soldi e tanta, tanta passione per le auto.

La Bentley infatti, insieme alla Rolls Royce, alla Aston Martin, alla Jaguar e a poche altre fa parte della nobiltà anglosassone dei motori.

Ed è a quella nobiltà o a chi, pur non nobile, della nobiltà ha i soldi che si rivolge. Ma, ad ogni buon conto,  andiamo un po’ vedere la scheda tecnica.

 





Scheda tecnica Motore/Consumi

Marca: Bentley
Versione: Bentley Mulsanne
Alimentazione: benzina
Cilindrata: 6750 cm3
Capacità serbatoio: 90 l
Cavalli: 377 kW (513 CV)
Trazione: posteriore
Classe Euro: Euro5
Emissioni CO2: 393 g/Km
Consumo Urbano: 25,3l/100 Km
Consumo Extra Urbano: 11,6 l/100 Km
Consumo Misto: 16,7 l/100 Km

 

Questi i dati ufficiali. Dati da paura! Ma lo avevamo già detto, se volete risparmiare sui consumi auto allora la Bentley Mulsanne è una di quelle auto da evitare, magari da guardare solo ma senza farsi venire cattivi pensieri. Pensieri che peraltro si sciolgono come neve al sole da soli una volta preso visione del costo della Mulsanne. Ovviamente ci attendiamo, anche per la Mulsanne, dei preziosi, puntuali e funzionali feedback da parte degli internauti e di chi un gioiello del genere ha avuto la ventura di possederlo o guidarlo.

 

 


Lascia un Commento

Assicurazioni Auto e Consumi
I consumi per le auto non sono l'unica spesa da sostenere; come tutti ben sappiamo c'è la manutenzione, i tagliandi, e le spese accessorie di un'auto. Aumentano, purtroppo, le spese impreviste relative a multe e a tasse relative a pedaggi e parcheggi, ma la spesa maggiore in Italia è dovuta all'assicurazione. Come è possibile leggere su Assicurazioni auto aumentano il numero di auto che viaggiano senza assicurazione e aumentano le disparità tra le province, creando anche degli assurdi, come ad esempio province con meno incidenti e prezzi bloccati dal passato quando gli incidenti erano tanti. Noi di Consumi auto ci auguriamo che questa situazione veda una soluzione più sostenibile per il popolo italiano.