Consumi Dacia Duster 1.6 110 CV 4×2

Oggi, doverosamente a quanto ci viene richiesto, analizziamo i consumi di una delle automobili più vendute del momento, soprattutto grazie al suo prezzo veramente contenuto. Sto parlando della Dacia Duster, il “fuoristrada chiuso” commercializzato da circa un anno dall’industria automobilistica rumena, che ha suscitato l’interesse di chi cercava un’auto di buone dimensioni con un ottimo rapporto qualità/prezzo.

C’è chi parla di bassa qualità dei materiali da costruzione e chi, invece, provandola di persona si è dovuto ricredere. Molte, infatti, sono stati i pezzi venduti in Europa, buona parte dei quali in Italia.

I modelli disponibili offrono una buona gamma di scelta sul mercato, ma la versione che oggi ci interessa è quella che monta un motore a benzina da 1,600 cm3 e da 110 CV. Il costo, come detto già in precedenza, è di soli € 12.051!

Ma andiamo a vedere insieme la scheda tecnica di quest’auto, anche per capire quali sono i consumi della Dacia Duster 1.6 110 CV 4×2.

Scheda tecnica Motore/Consumi

Marca: Dacia
Versione: Duster 1.6 110 CV 4×2
Alimentazione: Benzina
Cilindrata: 1598 cm3
Capacità serbatoio: 50 litri
Cavalli: 77 kW (105 CV)
Trazione: anteriore
Classe Euro: Euro5
Emissioni CO2: 165 g/Km
Consumo Urbano: 9,6 l/100 Km
Consumo Extra Urbano: 6,0 l/100 Km
Consumo Misto: 7,1 l/100 Km

Questi sono i consumi dichiarati dalla Dacia, ma quanto ognuno di noi può basarsi su questi dati?! Ogni stile di guida può far registrare valori diversi, questa è una cosa naturale!

Voi che l’avete provata, che consumi avete rilevato sulla vostra Dacia Duster 1.6 110CV 4×2?


Un Commento a “Consumi Dacia Duster 1.6 110 CV 4×2”

  • Rocco:

    Come tutte le auto consuma ben di più di quanto dichiarato.
    Un conto è consumo con motore al banco ed un’altro è quello su strada.
    Diciamo mediamente 10-15% in più del dichiarato

Lascia un Commento

Assicurazioni Auto e Consumi
I consumi per le auto non sono l'unica spesa da sostenere; come tutti ben sappiamo c'è la manutenzione, i tagliandi, e le spese accessorie di un'auto. Aumentano, purtroppo, le spese impreviste relative a multe e a tasse relative a pedaggi e parcheggi, ma la spesa maggiore in Italia è dovuta all'assicurazione. Come è possibile leggere su Assicurazioni auto aumentano il numero di auto che viaggiano senza assicurazione e aumentano le disparità tra le province, creando anche degli assurdi, come ad esempio province con meno incidenti e prezzi bloccati dal passato quando gli incidenti erano tanti. Noi di Consumi auto ci auguriamo che questa situazione veda una soluzione più sostenibile per il popolo italiano.