Consumi Dacia Sandero 1.2

La Dacia sta cercando di entrare e di prendere sempre più quote di mercato in Occidente.

Per raggiungere l’obiettivo punta molto su due cose. In primis su una politica fortemente orientata al prezzo, basti ricordare la pubblicità della Dacia Duster; e poi sull’apprezzamento, nel target dei giovani, della Sandero.

E proprio della Dacia Sandero 1.2, e dei relativi consumi, voglio parlarvi in questo post.

Possiamo in linea di principio dire che, a livello estetico, la Sandero non ha niente da invidiare alle concorrenti del segmento; il prezzo come abbiamo già detto è più che buono, dal momento che si parte da circa 7.300 euro.

Restano da vedere e considerare i consumi e, cosa non meno importante, anche la storia di queste auto.

Mi spiego meglio… Per certi versi le auto dell’est rappresentano ancora delle incognite; i prezzi sono sicuramente abbordabili e attraenti, ma com’è la tenuta dopo 5 o anche 10 anni?

Di sicuro qualcosina sui consumi possiamo dirla dando una scorsa alla scheda tecnica.
Ed allora, vediamola insieme la scheda tecnica.

 

Scheda tecnica Motore/Consumi

Marca: Dacia
Versione: Dacia Sandero 1.2
Alimentazione: benzina
Cilindrata: 1149 cm3
Capacità serbatoio: 50 l
Cavalli: 55 kW (75 CV)
Trazione: anteriore
Classe Euro: Euro 5
Emissioni CO2: 135 g/Km
Consumo Urbano: 7,6 l/100 Km
Consumo Extra Urbano: 4,9 l/100 Km
Consumo Misto: 5,9 l/100 Km

 

Questi i dati ufficiali. Ovverossia quelli forniti dalla casa madre. Per avere conferma o meno noi di consumiauto.com ci rivolgiamo sempre al popolo della rete aspettando con impazienza i commenti sempre graditi di persone che possono confermare o smentire questi dati perchè hanno una esperienza de menu dei consumi della Dacia Sandero 1.2. Forza amici, sotto con i commenti.

 


Lascia un Commento

Assicurazioni Auto e Consumi
I consumi per le auto non sono l'unica spesa da sostenere; come tutti ben sappiamo c'è la manutenzione, i tagliandi, e le spese accessorie di un'auto. Aumentano, purtroppo, le spese impreviste relative a multe e a tasse relative a pedaggi e parcheggi, ma la spesa maggiore in Italia è dovuta all'assicurazione. Come è possibile leggere su Assicurazioni auto aumentano il numero di auto che viaggiano senza assicurazione e aumentano le disparità tra le province, creando anche degli assurdi, come ad esempio province con meno incidenti e prezzi bloccati dal passato quando gli incidenti erano tanti. Noi di Consumi auto ci auguriamo che questa situazione veda una soluzione più sostenibile per il popolo italiano.