Consumi Daihatsu Cuore 1.0 Sho

Poteva la Daihatsu restare fuori o non impegnarsi nella corsa alle city car che tanta battaglia si stanno dando. e senza esclusione di colpi? Certo che no!

E la Daihatsu Cuore 1.0 Sho è la risposta della casa orientale alla crescente richiesta del segmento più amato dai giovanissimi e dalla donne. Ed allora, chiediamoci un po’ com’è e quanto consuma questa Daihatsu Cuore 1.0 Sho.

Dal punto di vista estetico l’auto non ha niente, assolutamente niente da invidiare alla pur quotate concorrenti.

La Cuore è una macchinina molto maneggevole, scattante, nervosa ma che, nondimeno, si presta e si presenta molto, ma molto guidabile.

I prezzi sono assolutamente concorrenziali, ma per saperne di più, com’è nostra abitudine andremo, in attesa dei riscontri sperimentali, ad investigare la scheda tecnica.  Ed allora, vediamola insieme la scheda tecnica.

 

Scheda tecnica Motore/Consumi





Marca: Daihatsu
Versione: Daihatsu Cuore 1.0 Sho
Alimentazione: benzina
Cilindrata: 997 cm3
Capacità serbatoio: 36 l
Cavalli: 51 kW (69 CV)
Trazione: anteriore
Classe Euro: Euro4
Emissioni CO2: 104 g/Km
Consumo Urbano: 5,5 l/100 Km
Consumo Extra Urbano: 3,8 l/100 Km
Consumo Misto: 4,4 l/100 Km

 

Questi i dati ufficiali. Ossia quelli forniti dalla casa madre. Consumi più che buoni non trovate? E con un occhio anche alle emissioni. Ma sono veritieri questi dati? Di certo non sono prestazioni “impossibili”, ma, more solito, attendiamo, non con ansia, ma con curiosità il riscontro obiettivo di chi una vettura del genere l’ha guidata o la possiede.
Forza allora, amici della Daihatsu Cuore 1.0 Sho e di consumiauto.com , fate sentire la vostra voce attraverso i vostri commenti.


Lascia un Commento

Assicurazioni Auto e Consumi
I consumi per le auto non sono l'unica spesa da sostenere; come tutti ben sappiamo c'è la manutenzione, i tagliandi, e le spese accessorie di un'auto. Aumentano, purtroppo, le spese impreviste relative a multe e a tasse relative a pedaggi e parcheggi, ma la spesa maggiore in Italia è dovuta all'assicurazione. Come è possibile leggere su Assicurazioni auto aumentano il numero di auto che viaggiano senza assicurazione e aumentano le disparità tra le province, creando anche degli assurdi, come ad esempio province con meno incidenti e prezzi bloccati dal passato quando gli incidenti erano tanti. Noi di Consumi auto ci auguriamo che questa situazione veda una soluzione più sostenibile per il popolo italiano.