Consumi Hyundai i20 1.2 5p. Classic

Il glorioso brand della Hyundai, tra i primi marchi a cercare lo sbarco o la sponda nella vecchia Italia, Hyundai i20 1.2 5p. Classic strizza l’occhio ai giovani e lancia la sfida alle concorrenti.

La Hyundai i20 1.2 5p. Classic è sicuramente una vettura pensata per giovani briosi, vivaci e con tanta voglia di vivere. Per intenderci lancia il guanto di sfida alle Fiat 500 concorrenti, ivi inclusa la 500 1.2 lounge, e ad auto quali la Dacia Sandero.

Come abbiamo già detto, alla scelta di un’auto devono concorrere vari fattori cercando, laddove possibile, di trovare la quadra tra estetica e finzionalità, tra linee filanti e consumi. Senza dimenticare il prezzo d’acquisto che ha un certo peso, soprattutto all’inizio, come si può ben capire.

Pertanto prima di giudicare affrettatamente la Hyundai i20 1.2 5p. Classic per via del costo, invitiamo gli appassionati (che paraltro non ne hanno il bisogno) e gli internauti ad avere una visione d’insieme; senza fermarsi al prezzo che, nel caso della Hyundai i20 1.2 5p. Classic, può essere più alto di qualche concorrente.





Per quanto riguarda i consumi della Hyundai i20 1.2 5p. Classic invece possiamo, d’acchitto, dire di più dando una scorsa alla scheda tecnica fornita dalla casa madre.   

 

Scheda tecnica Motore/Consumi

Marca: Hyundai
Versione: Hyundai i20 1.2 5p. Classic
Alimentazione: benzina
Cilindrata: 1248
Capacità serbatoio: 45 l
Cavalli: 57 kW (78 CV)
Trazione: anteriore
Classe Euro: Euro5
Emissioni CO2: 119 g/Km
Consumo Urbano: 6,5 l/100 Km
Consumo Extra Urbano: 4,3 l/100 Km
Consumo Misto: 5,1 l/100 Km

 

Consumi indubbiamente interessanti, per una creatura, la Hyundai i20 1.2 5p. Classic molto interessante e molto, molto bella. Le prestazioni in termini di consumi e di inquinamento sono simili, molto simili a quelle della Fiat 500 1.2 lounge. Ma come al solito, rivolgendoci al popolo della rete, chiediamo se sono queste le reali prestazioni? Amici di consumiauto.com dite la vostra!


Lascia un Commento

Assicurazioni Auto e Consumi
I consumi per le auto non sono l'unica spesa da sostenere; come tutti ben sappiamo c'è la manutenzione, i tagliandi, e le spese accessorie di un'auto. Aumentano, purtroppo, le spese impreviste relative a multe e a tasse relative a pedaggi e parcheggi, ma la spesa maggiore in Italia è dovuta all'assicurazione. Come è possibile leggere su Assicurazioni auto aumentano il numero di auto che viaggiano senza assicurazione e aumentano le disparità tra le province, creando anche degli assurdi, come ad esempio province con meno incidenti e prezzi bloccati dal passato quando gli incidenti erano tanti. Noi di Consumi auto ci auguriamo che questa situazione veda una soluzione più sostenibile per il popolo italiano.