Consumi Lada Niva 1.7 MPi

Lada è il marchio con cui vengono vendute in Europa Occidentale le autovetture della casa automobilistica russa AutoVAZ (acronimo di Fabbrica Automobilistica del Volga) in russo.
Così si legge su Wikipedia, sono le auto che vengono dal freddo, d’oltrecortina, intendendo non Cortina d’Ampezzo, ma l’ex Cortina di Ferro degli ex paesi comunisti che gravitavano nell’orbita dell’ex Unione Sovietica.

Il modello Niva, modello del quale la Niva 1.7 MPi è una versione, viene prodotto, ininterrottamente, dal 1976 in poi. Agli occhi occidentali le linee della Lada Niva 1.7 MPi possono apparire come un pugno in un occhio, ma l’auto è solida come un trattore ed ha un prezzo più che abbordabile, per un fuoristrada puro.

Anzi, scherzando, ma non poi troppo, potremmo anche dire che ha di sicuro superato il collaudo del tempo.
La Lada Niva 1.7 MPi non avrà le linee filanti che vorremmo, non è confortevole come altre sue concorrenti, ma di sicuro è un’auto affidabile, un’auto che non tradisce.
Il prezzo, come già detto, + buono. Andiamo un po’ però ad investigare i consumi.





 

Scheda tecnica Motore/Consumi

Marca: Lada
Versione: Lada Niva 1.7 MPi
Alimentazione: benzina
Cilindrata: 1690 cm3
Capacità serbatoio: 45 l
Cavalli: 59 kW (81 CV)
Trazione: integrale permanente
Classe Euro: Euro4
Emissioni CO2: 233 g/Km
Consumo Urbano: 12,0 l/100 Km
Consumo Extra Urbano: 8,0 l/100 Km
Consumo Misto: 9,5 l/100 Km

 

Questi i dati ufficiali. Ossia quelli forniti dalla casa madre. I consumi non sono proprio buonissimi, ed inquina anche abbastanza. Ma sono questi i veri dati della Lada Niva 1.7 MPi? O non è che sono leggermente diversi? Per saperlo non possiamo che rivolgerci, fiduciosi, a chi un’auto del genere l’ha guidato o la possiede.
Forza amici della Lada Niva e di consumiauto.com , aspettiamo un vostro preciso e puntuale feedback.


Lascia un Commento

Assicurazioni Auto e Consumi
I consumi per le auto non sono l'unica spesa da sostenere; come tutti ben sappiamo c'è la manutenzione, i tagliandi, e le spese accessorie di un'auto. Aumentano, purtroppo, le spese impreviste relative a multe e a tasse relative a pedaggi e parcheggi, ma la spesa maggiore in Italia è dovuta all'assicurazione. Come è possibile leggere su Assicurazioni auto aumentano il numero di auto che viaggiano senza assicurazione e aumentano le disparità tra le province, creando anche degli assurdi, come ad esempio province con meno incidenti e prezzi bloccati dal passato quando gli incidenti erano tanti. Noi di Consumi auto ci auguriamo che questa situazione veda una soluzione più sostenibile per il popolo italiano.