Consumi Maserati GranCabrio 4.7 V8 Sport

Ritorniamo, di tanto in tanto, ad occuparci dei sogni, ossia delle auto che solo una fetta, minuscola invero, della popolazione può permettersi.
Ritorniamo a parlare, con la GranCabrio 4.7 V8 Sport, di una creatura, forse dovrei dire creazione, Maserati.
La casa italiana che, più ancora della Ferrari, rappresenta il lusso, la meccanica elevata ad arte.

Ci siamo già occupati della Maserati Quattroporte, oggi ci occuperemo della Maserati GranCabrio 4.7 V8 Sport.
Una sportiva di lusso, bella, ammaliante come un peccato, affascinante come il proibito. Va da sè che in questo caso i consumi sono tutt’altro che ridotti, ma chi possiede un gioiello del genere di solito può permettersi anche i consumi dello stesso.

Del resto le immagini, in questo caso, parlano da sole, è il caso di dire che la sola foto della GranCabrio urla la sua unicità. Giusto per onore di cronaca riporteremo i consumi attraverso la consueta scheda tecnica, ma tenete ben presente che questa è un’auto da magnati e non da operai. 





Scheda tecnica Motore/Consumi

Marca: Maserati
Versione: Maserati GranCabrio 4.7 V8 Sport
Alimentazione: benzina
Cilindrata: 4691 cm3
Capacità serbatoio: 75 l
Cavalli: 331 kW (450 CV)
Trazione: posteriore
Classe Euro: Euro5
Emissioni CO2: 354 g/Km
Consumo Urbano: 23,5 l/100 Km
Consumo Extra Urbano: 10,8 l/100 Km
Consumo Misto: 15,5 l/100 Km

 

Questi i dati ufficiali. Come avevamo predetto i consumi sono alti. Ed anche l’inquinamento, ma era tutto intuibile. Non ci aspettiamo, dato il carattere elitario, chissà quanti commenti sulla Maserati GranCabrio 4.7 V8 Sport, ma la domanda la poniamo lo stesso: “Quanto consuma la vostra Maserati GranCabrio 4.7 v8 Sport?”. Fatecelo sapere, anche solo per farci schiattare d’invidia.


Lascia un Commento

Assicurazioni Auto e Consumi
I consumi per le auto non sono l'unica spesa da sostenere; come tutti ben sappiamo c'è la manutenzione, i tagliandi, e le spese accessorie di un'auto. Aumentano, purtroppo, le spese impreviste relative a multe e a tasse relative a pedaggi e parcheggi, ma la spesa maggiore in Italia è dovuta all'assicurazione. Come è possibile leggere su Assicurazioni auto aumentano il numero di auto che viaggiano senza assicurazione e aumentano le disparità tra le province, creando anche degli assurdi, come ad esempio province con meno incidenti e prezzi bloccati dal passato quando gli incidenti erano tanti. Noi di Consumi auto ci auguriamo che questa situazione veda una soluzione più sostenibile per il popolo italiano.