Consumi Peugeot 207 1.6 VTi 120 CV CC Sweet Years

Difficilmente si resiste al fascino di una CC, ossia di una coupè/cabrio.
E non si può non restare incantati dinanzi alla bellezza ed alle linee filanti della Peugeot 207 1.6 VTi 120 CV CC Sweet Years.

Una sigla abbastanza lunga, qualcosa che si può benissimo riassumere con gli aggettivi bella e stupenda.

Già perchè quando bisogna dirlo bisogna dirlo.
La Peugeot con la 207 1.6 VTi 120 CV CC Sweet Years ha dimostrato di poter competere, e benissimo, con le concorrenti del segmento Coupè/Cabrio.

Solitamente la Peugeot non era incline a questo tipo di modello, ma alla casa francese va riconosciuto il giusto merito dell’aver saputo leggere i tempi ed accettare la sfida imposta.
La globalizzazione ed i tempi imponevano di avere delle Cabrio e delle Coupè nel carniere: la Peugeot 207 è the answer, la risposta della Peugeot, alle predette esigenze. Andiamo un po’ a vedere la scheda tecnica.

 





Scheda tecnica Motore/Consumi

Marca: Peugeot
Versione: Peugeot 207 1.6 VTi 120 CV CC Sweet Years
Alimentazione: benzina
Cilindrata: 1598 cm3
Capacità serbatoio: 50 l
Cavalli: 88 kW (120 CV)
Trazione: anteriore
Classe Euro: Euro5
Emissioni CO2: 149 g/Km
Consumo Urbano: 8.6 l/100 Km
Consumo Extra Urbano: 5,2 l/100 Km
Consumo Misto: 6,4 l/100 Km

 

Questi i dati ufficiali. Non male, vero? Ma noi si consumiauto.com attendiamo sempre con impazienza i preziosi feedback provenienti dal mondo della Rete e da chi la bella Peugeot 207 1.6 VTi 120 CV CC Sweet Years l’ha avuta, la possiede tuttora oppure, semplicemente, l’ha guidata o provata.

A loro chiediamo: “Come vi siete trovati? E’ davvero bella ed emozionante come sembra? lasciate le vostre impressioni!”. Saranno utili a chi cerca, nell’automobile, il giusto compromesso tra la bellezza e consumi.

 

 


Lascia un Commento

Assicurazioni Auto e Consumi
I consumi per le auto non sono l'unica spesa da sostenere; come tutti ben sappiamo c'è la manutenzione, i tagliandi, e le spese accessorie di un'auto. Aumentano, purtroppo, le spese impreviste relative a multe e a tasse relative a pedaggi e parcheggi, ma la spesa maggiore in Italia è dovuta all'assicurazione. Come è possibile leggere su Assicurazioni auto aumentano il numero di auto che viaggiano senza assicurazione e aumentano le disparità tra le province, creando anche degli assurdi, come ad esempio province con meno incidenti e prezzi bloccati dal passato quando gli incidenti erano tanti. Noi di Consumi auto ci auguriamo che questa situazione veda una soluzione più sostenibile per il popolo italiano.