Consumi Peugeot RCZ 1.6 THP 156 CV

Il mondo delle auto è fatto anche di quelle che siamo soliti chiamare coupè. E proprio di un modello Coupè voglio parlarvi oggi. Più precisamente del Peugeot RCZ 1.6 THP 156 CV.

Ebbene, il modello RCZ 1.6 THP 156 CV, e più in generale tutta la gamma RCZ, rappresentano il guanto di sfida che la Peugeot lancia nei coupè.

La gloriosa casa costruttrice transalpina che utilizza sempre il numero zero nelle sue auto (tipo 206, 308, etc) perchè… beh, ho deciso di non dirvi perchè la Peugeot usa sempre (o quasi)  il numero zero.

Sono cattivo? Non me ne frega niente.

Ma torniamo a noi, indubbiamente la Peugeot RCZ 1.6 THP 156 CV è una creatura nata per mordere l’asfalto e regalare emozioni liquide e tutte da vivere, ma come sono i consumi? Prima di dare una scorsa alla scheda tecnica, peraltro una cosa abbastanza saggia e da fare sempre, diciamo che il prezzo è intorno ai 28mila euro.

Non pochini ma neanche eccessivi, soprattutto se paragonato alle cifre di altre case costruttrici, soprattutto europee, nel segmento coupè.

Adesso, per renderci un po’ conto dei consumi, e per trarne qualche utile considerazione andiamo un po’ a dare una scorsa alla scheda tecnica.

Scheda tecnica Motore/Consumi

Marca: Peugeot
Versione: Peugeot RCZ 1.6 THP 156 CV
Alimentazione: benzina (sovralimentato)
Cilindrata: 1598 cm3
Capacità serbatoio: 55 litri
Cavalli: 115 kW (156 CV)
Trazione: anteriore
Classe Euro: Euro5
Emissioni CO2: 149 g/Km
Consumo Urbano: 8,9 l/100 Km
Consumo Extra Urbano: 5,1 l/100 Km
Consumo Misto: 16,5 l/100 Km

Questi i dati ufficiali che incroceremo con i dati che ci forniranno gli internauti, in tal senso saranno particolarmente gradite i commenti di chi una Peugeot RCZ 1.6 THP 156 CV la possiede oppure l’ha guidata. Forza amici di consumiauto.com Fatevi sentire…


Lascia un Commento

Assicurazioni Auto e Consumi
I consumi per le auto non sono l'unica spesa da sostenere; come tutti ben sappiamo c'è la manutenzione, i tagliandi, e le spese accessorie di un'auto. Aumentano, purtroppo, le spese impreviste relative a multe e a tasse relative a pedaggi e parcheggi, ma la spesa maggiore in Italia è dovuta all'assicurazione. Come è possibile leggere su Assicurazioni auto aumentano il numero di auto che viaggiano senza assicurazione e aumentano le disparità tra le province, creando anche degli assurdi, come ad esempio province con meno incidenti e prezzi bloccati dal passato quando gli incidenti erano tanti. Noi di Consumi auto ci auguriamo che questa situazione veda una soluzione più sostenibile per il popolo italiano.