Consumi Saab 9-3 Cabriolet 1.8 t BioPower Linear

Nella mia immaginazione di bambino la Saab rappresentava grosso modo l’equivalente rappresentato da una svedese per un adolescente: un sogno proibito.

La prima Saab che ho visto era una cabrio. Come appunto la Saab 9-3 Cabriolet 1.8 t BioPower Linear.

Certo sono passati degli anni, le tecnologie ed i motori si sono evoluti, ma il tratto, le caratteristiche, l’impronta Saab è ancora oggi evidente e presente.

Com’è la Saab 9-3 Cabriolet 1.8 t BioPower Linear ? Beh, che dire! E’ una gran bella cabrio, capace di competere, per prestazioni, linea e prezzi con le principali concorrenti del segmento.

Ma i consumi? Come ben sapete noi di consumiauto.com abbiamo sempre un occhio di riguardo per la voce consumi , il blog dopotutto è stato pensato e concepito proprio per sottolineare questo aspetto delle auto.
Ed allora andiamo, com’è nostro costume, ad investigare la scheda tecnica della Saab Cabriolet 1.8 t BioPower Linear.





Scheda tecnica Motore/Consumi

Marca: Saab
Versione: Saab 9-3 Cabriolet 1.8 BioPower Linear
Alimentazione: benzina
Cilindrata: 1998 cm3
Capacità serbatoio: 62 l
Cavalli: 110 kW (150 CV)
Trazione: anteriore
Classe Euro: Euro5
Emissioni CO2: 176 g/Km
Consumo Urbano: 10,7 l/100 Km
Consumo Extra Urbano: 5,9 l/100 Km
Consumo Misto: 7,7 l/100 Km

 

Questi i dati ufficiali. Ossia quelli forniti dalla casa madre.
Per poter aver un riscontro più obiettivo aspettiamo ed auspichiamo, com’è nostra abitudine, le impressioni, i commenti e -perchè no?- anche le critiche sulla Saab 9-3 Cabriolet 1.8 t BioPower Linear.
In tal modo potremo effettuare un confronto proficuo e fertile tra ciò che dicono e ciò che invece è la realtà su strada.  


Lascia un Commento

Assicurazioni Auto e Consumi
I consumi per le auto non sono l'unica spesa da sostenere; come tutti ben sappiamo c'è la manutenzione, i tagliandi, e le spese accessorie di un'auto. Aumentano, purtroppo, le spese impreviste relative a multe e a tasse relative a pedaggi e parcheggi, ma la spesa maggiore in Italia è dovuta all'assicurazione. Come è possibile leggere su Assicurazioni auto aumentano il numero di auto che viaggiano senza assicurazione e aumentano le disparità tra le province, creando anche degli assurdi, come ad esempio province con meno incidenti e prezzi bloccati dal passato quando gli incidenti erano tanti. Noi di Consumi auto ci auguriamo che questa situazione veda una soluzione più sostenibile per il popolo italiano.