Consumi Skoda Yeti 1.8 TSI 4×4 Adventure

Se dico Yeti cosa vi viene in mente. L’abominevole uomo delle nevi vero? Quello che gli americani chiamano a volte Big Foot ed altre volte Sasquatch, un essere metà uomo e metà, come dire, selvaggio neanderthaliano.
Lo Yeti fa parte della mitologia himalayana, pertanto uno si sarebbe aspettato un nome simile da una casa orientale o perlomeno di quelle parti là. Ed invece, invece  è stata la Skoda a pensare per il suo fuoristrada il nome Yeti.

E la Skoda, come ben sa ogni appassionato di auto e motori, è stata la casa automobilista della defunta ex Cecoslovacchia, nel cuore quindi della mitteleuropa.
La Skoda Yeti 1.8 TSI 4×4 Adventure è un fuoristrada, molto sui generis. Un SUV che non è un SUV, non lo è per dimensioni come non lo è per prezzo. Ma adesso andiamo a chiederci se anche i consumi sono buoni, perchè il nostro blog si occupa, per quanto riguarda le auto, soprattutto della questione consumi. Ed allora andiamoli a vedere i consumi della Skoda Yeti 1.8 TSI 4×4 Adventure . 

 

Scheda tecnica Motore/Consumi

Marca: skoda
Versione: skoda Yeti 1.8 TSI 4×4 Adventure
Alimentazione: benzina sovralimentato
Cilindrata: 1798 cm3
Capacità serbatoio: 60 litri
Cavalli: 118 kW (160 CV)
Trazione: integrale permanente
Classe Euro: Euro5
Emissioni CO2: 189 g/Km
Consumo Urbano: 10,1 l/100 Km
Consumo Extra Urbano: 6,9 l/100 Km
Consumo Misto: 8,0 l/100 Km

Questo è quanto dichiarato dalla Skoda, consumi, come potete vedere, così così ed emissioni non proprio verdi. Questi i dati ufficiali, ovviamente noi di consumiauto.com aspettiamo con impazienza i feedback, i report dal mondo degli internauti. Forza amici della mitologia himalayana, cioè volevo dire amici di Yeti 1.8 TSI 4×4 Adventure, dite la vostra

 

 


Lascia un Commento

Assicurazioni Auto e Consumi
I consumi per le auto non sono l'unica spesa da sostenere; come tutti ben sappiamo c'è la manutenzione, i tagliandi, e le spese accessorie di un'auto. Aumentano, purtroppo, le spese impreviste relative a multe e a tasse relative a pedaggi e parcheggi, ma la spesa maggiore in Italia è dovuta all'assicurazione. Come è possibile leggere su Assicurazioni auto aumentano il numero di auto che viaggiano senza assicurazione e aumentano le disparità tra le province, creando anche degli assurdi, come ad esempio province con meno incidenti e prezzi bloccati dal passato quando gli incidenti erano tanti. Noi di Consumi auto ci auguriamo che questa situazione veda una soluzione più sostenibile per il popolo italiano.