Consumi Suzuki Grand Vitara 1.6 3p. Offroad

Un tempo (neanche poi tanto tempo fa eh!) per me dire Suzuki significava dire Kevin Schwantz, lo scavezzacollo delle 500 che non vinceva molto, cadeva tanto ma entusiasmava più di quelli che vincevano.
In Giappone, o da quelle parti, chi fabbrica moto fa anche auto.

I motori sono motori del resto, e la Suzuki, non diversamente dalla Honda, ha saputo affiancare alle moto le quattroruote.

Il Suzuki Grand Vitara 1.6 3p. offroad non un SUV, ma un agile fuoristrada capace, come dice il nome, di disimpegnarsi, e bene, su ogni tipo di strada.

Concorrono al successo del Suzuki Grand Vitara un design accattivante che ne fa un fuoristrada ad un tempo sportivo ed elegante, rampante ma non macchinoso.
Noi di consumiauto.com riportiamo in questo post i consumi e le prestazioni generali del Suzuki Grand Vitara, ma come al solito aspettiamo il confronto con la Rete.





Scheda tecnica Motore/Consumi

Marca: Suzuki
Versione: Consumi Suzuki Grand Vitara 1.6 3p. Offroad
Alimentazione: benzina
Cilindrata: 1586 cm3
Capacità serbatoio: 55 l
Cavalli: 78 kW (106 CV)
Trazione: integrale permanente
Classe Euro: Euro5
Emissioni CO2: 195 g/Km
Consumo Urbano: 10,2 l/100 Km
Consumo Extra Urbano: 7,1 l/100 Km
Consumo Misto: 8,2 l/100 Km

 

Questi i dati ufficiali, ma come al solito attendiamo con ansia il riscontro che gli internauti vorranno darci. Perchè generalmente c’è un certo scostamento, ma non sempre è detto e varia da modello a modello. Nella fattispecie noi di consumiauto.com ci rivolgiamo agli appassionati ed ai possessori del bel fuoristrada Suzuki Grand Vitara 1.6 3p. Offroad. A loro chiediamo: “Come vi siete trovati?”
Siete soddisfatti? I dati sono concordi con la vostra esperienza personale? Lasciate un commento! Sarà utile a noi, ma ancora di più agli utenti della Rete.

 

 


Lascia un Commento

Assicurazioni Auto e Consumi
I consumi per le auto non sono l'unica spesa da sostenere; come tutti ben sappiamo c'è la manutenzione, i tagliandi, e le spese accessorie di un'auto. Aumentano, purtroppo, le spese impreviste relative a multe e a tasse relative a pedaggi e parcheggi, ma la spesa maggiore in Italia è dovuta all'assicurazione. Come è possibile leggere su Assicurazioni auto aumentano il numero di auto che viaggiano senza assicurazione e aumentano le disparità tra le province, creando anche degli assurdi, come ad esempio province con meno incidenti e prezzi bloccati dal passato quando gli incidenti erano tanti. Noi di Consumi auto ci auguriamo che questa situazione veda una soluzione più sostenibile per il popolo italiano.