Conviene di più comprare un’auto o noleggiarla?

Galdieri Rent, azienda italiana leader nel settore del noleggio a breve e lungo termine, investe ormai da oltre 3 anni in questo innovativo concetto di mobilità in grado di soddisfare le esigenze di professionisti e piccole e medie imprese.

Grazie ad una rete di consulenti qualificati, infatti, Galdieri Rent cerca di veicolari i vantaggi oggettivi che derivano dalla scelta del noleggio a lungo termine come soluzione che permette di avere una riduzione dei costi di gestione dell’auto e un grosso risparmio di tempo. Leggi il resto di questo articolo »

Pneumatici estivi ed invernali: quando sostituirli

In Italia solo negli ultimi anni si sta diffondendo una certa cultura riguardo alla sicurezza della propria auto, alla prevenzione di problemi, ad una più attenta manutenzione della propria vettura. Negli ultimi anni è cresciuto e notevolmente il numero degli automobilisti che adottano pneumatici invernali a partire dalla stagione autunnale e li sostituiscono con pneumatici estivi a partire dalla primavera. Mettendo in questo modo la propria auto in sicurezza e riuscendo a ridurre anche i consumi di carburante.
Ma in realtà sono ancora tanti i proprietari di auto che ritengono (a torto) gli pneumatici della propria automobile un elemento secondario, da sostituire solo dopo una foratura o un’estrema usura.
Al contrario, invece! Mettere sotto la propria vettura gli pneumatici adatti ed in un buono stato di conservazione permette di risparmiare sui consumi di carburante, oltre a rendere, come è ovvio che sia, più sicura la guida della propria auto, contribuendo a prevenire e ad evitare pericoli e incidenti.
Ma alternare gomme estive e gomme invernali è strettamente necessario o rappresenta solo un vezzo da “automobilista eccessivamente scrupoloso”?
Per chi abita in una zona con un clima molto umido e piovoso o è solito percorrere zone dal freddo intenso l’acquisto di pneumatici invernali è un’operazione necessaria e consigliabile, perché notevolmente migliorativa.
Infatti chi non ha mai guidato un’auto dotata di gomme invernali, nel montarli sotto la propria auto, noterà immediatamente dei benefici, a partire dalla frenata più stabile e più efficace e nel controllo dell’auto. Ovviamente acquistando quelli invernali, una volta finita la stagione del freddo e delle piogge monterà sotto la propria vettura le gomme estive.
Gli pneumatici estivi si differenziano da quelli invernali soprattutto per la mescola di cui sono composti, studiata per garantire un migliore funzionamento a temperature superiori ai 7 gradi. Infatti quando la temperatura è inferiore ai 7 gli pneumatici estivi s’induriscono e quindi sono meno efficaci. Viceversa quelle invernali al di sopra dei 7 gradi si surriscaldano e quindi si usurano molto velocemente.

Assicurazione auto: come alleggerirne il peso

L’assicurazione dell’auto è per molti una spesa decisamente ingente, soprattutto per chi ha un’età intorno ai 30 anni e vive in alcune grandi città d’Italia. Oggi però esistono diversi metodi per risparmiare sull’assicurazione dell’auto, pur ottenendo una polizza sicura e attenta alle nostre esigenze. Leggi il resto di questo articolo »

PREVENTIVO TAGLIANDO: VOCI DI SPESA E COME RISPARMIARE

tagliando_autoIl tagliando auto ha un prezzo variabile dipendente da molti fattori di tipo eterogeneo quali: officina di marca o indipendente, numero delle componenti controllate, eventuali pezzi da sostituire etc. Ecco allora che mettere a confronto i preventivi tagliando di più officine si rivela una buona mossa per trovare l’offerta migliore e risparmiare qualche soldo senza però rinunciare alla sicurezza data da un controllo di qualità. Leggi il resto di questo articolo »

Targa estera e tasse: quando la visura pra è inutile

targheTendenza

Sembra che aumenti sempre di più il fenomeno di auto circolanti in Italia, ma con targa straniera. Questo permetterebbe ai proprietari di evitare di pagare il bollo auto ed eventuali multe.

Inoltre i veicoli immatricolati all’estero possono beneficiare di tariffe assicurative ben più basse di quelle offerte in Italia, soprattutto nel meridione.

Messe in fila tutte queste agevolazioni, la possibilità di immatricolare un veicolo all’estero sta sollevando l’interesse di molte persone e sta diventando una pratica tanto diffusa tanto da aver attirato l’attenzione della Guardia di Finanza, in merito all’evasione fiscale.

 

Si può e non si può

Il codice della strada, in realtà, non vieta ai possessori di auto con targhe straniere di circolare in Italia; il divieto però compare se risulta che la targa è intestata non al proprietario dell’auto, ma a terzi, se si dimostra che l’intestazione del mezzo è finta e, ovviamente, se non si pagano il bollo o le multe.

 

L’impasse della visura pra

La visura Pra è un documento del Pubblico Registro Automobilistico che permette, avendo il numero di targa di un veicolo, di ottenere le informazioni su quel veicolo. Sarebbe facile, quindi, avendo il numero della targa straniera, scoprire se la circolazione è permessa o no. Il problema, però, è che dalla visura pra si possono avere informazioni solo sulle targhe italiane e l’accesso ai registri esteri diviene complicato e macchinoso.

 

Possibile soluzione?

Una delle idee in cantiere sarebbe di eliminare il pagamento del bollo auto, aumentando, però, le accise dei carburanti, in modo che chiunque e con qualunque targa, si troverebbe per forza nella situazione di dover pagare un po’ di più.

L’importanza del cambio olio

cambio-olioChi acquista un’auto, una moto o qualunque altro veicolo a motore, non sempre comprende che una delle cose più importanti da tenere presente per rendere più “longevo” e duraturo il proprio veicolo è quello di operare con una certa regolarità, al raggiungimento di determinati chilometri, il cambio dell’olio e del filtro.
Si tratta di operare quella che i tecnici chiamano la manutenzione di base, ma che può garantire una maggiore durata al vostro veicolo, che sia un’auto, una moto, un camion, un trattore, eccetera
A cosa serve il cambio olio? In cosa consiste questa operazione? Non è sufficiente aggiungere dell’olio, quando manca?

Il cambio d’olio è un’operazione indispensabile affinché venga garantito un ottimo livello di lubrificazione agli ingranaggi meccanici del motore. Per effettuare il cambio d’olio bisogna svuotare la coppa dell’olio, sostituire il filtro e procedere ad immettere nel veicolo l’olio nuovo, accertandosi che sia di buona qualità (quello di scarsa qualità ha un deterioramento più rapido) e secondo le quantità consigliate dalla casa costruttrice per quello specifico veicolo. Infatti si tratta di un’operazione che conviene affidare ad un meccanico o ad una officina specializzata nel farlo.

Lasciare nel motore dell’auto un lubrificante vecchio, o aggiungere olio nuovo a quello già sfruttato, o utilizzare un prodotto di scarsa qualità o in quantità al di sotto di quelle consigliate, finisce per provocare danni, a volte permanenti, al motore del veicolo.ì

La scadenza entro la quale procedere al cambio olio viene consigliata dalla casa e solitamente viene calcolata in chilometri. Ogni volta che si percorre una certa distanza stabilita bisogna effettuare il cambio dell’olio e quello del filtro. Per questo motivo bisognerà ricorrere più spesso al cambio d’olio nel caso di veicoli sfruttati più intensamente, ovvero di veicoli che percorrono distanze maggiori, più chilometri, rispetto a quelli adibiti per la città o comunque per distanze minori.

 

Guidare una Ferrari in pista: un sogno che diventa realtà

Ferrari f430Alzi la mano chi non ha sognato almeno una volta nella vita di salire a bordo di una “rossa”, di sentire un brivido corrergli lungo la schiene e di realizzare il sogno di ogni bambino: guidare una Ferrari in pista!
Non c’è limite che tenga è un sogno ricorrente per tutti coloro che amano le 4 ruote, per tutti coloro che amano guidare e vedono in tv o sulle strade cittadine questi bolidi sfrecciare! Le Ferrari, tra l’altro, si portano dietro l’emozione e la storia che solo un Mito autentico e senza tempo come quello rappresentato dal “Cavallino Rampante” sanno regalare ad ogni persona.
Per cui guidare una Ferrari in pista, non è solo guidare un’auto di alta cilindrata e dalle performance notevoli su di un circuito, progettato e costruito per le corse, ma salire a bordo e cavalcare la storia delle corse e della velocità, domare un bolide che porta con se le stimmate del mito senza tempo.
Oggi Rse Italia consente a chiunque voglia realizzare il proprio sogno o quello di una persona cara di poterlo fare in maniera semplice ed immediata. Effettuare una prenotazione che consenta a voi o a chi per voi di guidare una Ferrari in pista è un’operazione che richiede pochi clic sul sito ufficiale di Rse Italia.
Provate anche voi a scegliere tra le offerte e i pacchetti promozionali presenti sul sito. Potrete scegliere non solo l’auto da guidare e quando guidarla ma potrete anche scegliere in quale dei circuiti d’Italia desiderate guidarla.

Attestato di Rischio: cos’è e come funziona

risparmiare-assicurazione-autoL’attestato di rischio è il documento forse più importanti tra quelli che riguardano le assicurazioni di veicoli quali automobili o moto. Questo infatti certifica le vicende assicurative di un soggetto ovvero la presenza o meno di sinistri negli anni. Esso riporta inoltre la classe di merito (C.U. che rappresenta la classe di conversione universale) indicando inoltre quella di provenienza e quella assegnata dalla polizza per l’anno successivo, secondo la formula bonus-malus.

Questo documento deve essere mandato dalla compagnia assicurativa all’assicurato almeno 30 giorni prima della scadenza della polizza annuale secondo quanto disposto dall’articolo 134 del Codice delle Assicurazioni Private.

Leggi il resto di questo articolo »

Come risparmiare sui consumi della moto

consumi-motoQuando si ha una moto si vuole risparmiare: risparmiare tempo nel traffico, in primis, ma anche risparmiare sui consumi. Vediamo quali sono i consigli utili per ridurre al minimo i consumi della moto. In questo periodo di crisi cercare di risparmiare il più possibile è un dovere e dobbiamo anche ricordare che il prezzo dei carburanti è il più alto di sempre. Detto questo, va da sé che si deve cercare di risparmiare il più possibile. Consumi troppo elevati sono un qualcosa da evitare e vi diciamo che si può fare.

Chiunque pensi che una moto consumi troppo si sbaglia, perché ci sono delle piccole attenzioni e degli accorgimenti da prendere per rendere tutto meno costoso. Il primo consiglio che vogliamo darvi è quello di evitare di elaborare la moto. Chiunque elabori un motore di una moto deve sapere che questa pratica potrebbe migliorare le prestazioni (soprattutto quando si vada a maggiorare la cilindrata), ma di sicuro aumenta i consumi.

Leggi il resto di questo articolo »

Auto metano usate: acquistare quella giusta

metano-carburanteSul mercato esistono numerose marche e tipologie di vetture, che possono avere diversi sistemi di alimentazione, come benzina, gas diesel e metano. Le auto a metano permettono un notevole risparmio a livello di consumo rispetto le macchine tradizionali ma il loro costo è più elevato.

Negli ultimi tempi la presenza di vetture di questo genere sulle strade italiane è aumentata e sono sempre più numerose le persone che preferiscono acquistare una vettura del genere, soprattutto quelle che, magari per motivi di lavoro, devono percorrere molti chilometri e quindi hanno bisogno di risparmiare sulla spesa del carburante.

Leggi il resto di questo articolo »

Assicurazioni Auto e Consumi
I consumi per le auto non sono l'unica spesa da sostenere; come tutti ben sappiamo c'è la manutenzione, i tagliandi, e le spese accessorie di un'auto. Aumentano, purtroppo, le spese impreviste relative a multe e a tasse relative a pedaggi e parcheggi, ma la spesa maggiore in Italia è dovuta all'assicurazione. Come è possibile leggere su Assicurazioni auto aumentano il numero di auto che viaggiano senza assicurazione e aumentano le disparità tra le province, creando anche degli assurdi, come ad esempio province con meno incidenti e prezzi bloccati dal passato quando gli incidenti erano tanti. Noi di Consumi auto ci auguriamo che questa situazione veda una soluzione più sostenibile per il popolo italiano.