Pneumatici invernali: ecco cosa c’è da sapere!

pneumatici-invernaliGli penumatici invernali dovrebbero essere montati in vista della stagione fredda in quanto garantiscono una stabilità ottimale con temperature al di sotto dei 7° e in caso di neve.

Tuttavia ci sono alcuni luoghi comuni, o se vogliamo miti da sfatare, che spesso ci fanno desistere dallo scegliere questo tipo di pneumatici.

Prima di tutto il tasto più dolente è senza dubbio il costo. Si sente spesso dire che gli pneumatici invernali siano molto più cari di quelli estivi ma questo non del tutto vero. Prima di tutto c’è da dire che la differenza di costo non è poi così netta e seconda cosa se consideriamo che usare gli pneumatici estivi in inverno comporta un’immediata usura di quest’ultimi il concetto di risparmio va senza dubbio a cadere.

Un altro mito da sfatare vorrebbe che gli pneumatici invernali non servono assolutamente se le strade non sono innevate ma la verità è che questi sono fatti in modo da aderire perfettamente alla strada anche se questa è umida o viscida.

Molti si preoccupano delle prestazioni degli pneumatici invernali in caso di alta velocità, beh questa preoccupazione può senza dubbio essere accantonata in quanto i modelli attuali non solo non riducono la velocità ma garantiscono anche una maggiore direzionalità.

C’è anche chi si preoccupa dell’estetica dell’auto che secondo alcuni viene ridotta rispetto ai pneumatici estivi, tuttavia i modelli realizzati negli ultimi anni hanno anche un occhio di riguardo per quanto riguarda il design. Si dice anche che vista la maggiore aderenza al suolo, i pneumatici invernali portino un consumo maggiore rispetto agli altri ma in verità sotto questo punto di vista tra le due tipologie non c’è assolutamente differenza.

Infine possiamo parlare di comfort in quanto c’è il falso mito che vorrebbe che queste gomme siano meno confortevoli dal punto di vista dinamico, e da quello acustico ma con quelli moderni anche questo luogo comune va a mancare.


Lascia un Commento

Assicurazioni Auto e Consumi
I consumi per le auto non sono l'unica spesa da sostenere; come tutti ben sappiamo c'è la manutenzione, i tagliandi, e le spese accessorie di un'auto. Aumentano, purtroppo, le spese impreviste relative a multe e a tasse relative a pedaggi e parcheggi, ma la spesa maggiore in Italia è dovuta all'assicurazione. Come è possibile leggere su Assicurazioni auto aumentano il numero di auto che viaggiano senza assicurazione e aumentano le disparità tra le province, creando anche degli assurdi, come ad esempio province con meno incidenti e prezzi bloccati dal passato quando gli incidenti erano tanti. Noi di Consumi auto ci auguriamo che questa situazione veda una soluzione più sostenibile per il popolo italiano.